Posted on Mar 31, 2015

All’ingresso un pianoforte che si staglia in mezzo al nero rigoroso dello sfondo, una band che interpreta in chiave funky Around the world dei Daft Punk: si apre così Esxence 2015 l’evento di riferimento della profumeria artistica.
Da preziose boccette in vetro nostrano delle lande veneziane, all’immancabile presenza francese, fino ad arrivare alle essenze d’oriente; l’evento ha dato il giusto spazio a tutte le scuole antiche e nuove della profumeria artigianale.
Un evento che ha mille risvolti e riflessi dei preziosi e sempre originali flaconi, design curati in modo maniacale che fanno da cornice all’immateriale ma sempre tangibilissimo profumo di casate prestigiose.
Gli stand hanno sfoggiato anche le ultime tecnologie olografiche per presentare i prodotti in maniera avvenieristica e anche un po’ magica.
Il quadro del settore è nel suo complesso positivo: i vari espositori vedono prospettarsi un 2015 molto interessante dato da una clientela eterogenea a e dal respiro internazionale.
Per quanti si sono persi l’evento, nel post precedente potete trovare la lista integrale degli espositori.

Eccovi infine tutti i numeri di Esxence 2015:

  • 165 Marchi espositori
  • 82 Main Brands
  • 74 Spotlight
  • 9 marchi di cosmetica per l’esordiente sezione Esxkin – The Excellence of Beauty
  • circa 6.000 mq di spazio espositivo;
  • brand espositori: 70% esteri (42% francesi 28% altre nazioni tra cui USA, Australia ed Emirati Arabi), 30% italiani;
  • oltre 6.490 visitatori tra operatori (47%) e pubblico;
  • il 51% dei visitatori professionali, distributori e retailer, provenienti dall’estero (includendo Asia, Medio Oriente e Stati Uniti);
  • oltre 8.000 accessi tra quelli diretti al sito www.esxence.com e le visualizzazioni dello streaming di Esxence TV attraverso altri canali collegati.

 

Francesca Merlo | Kenderasia