Posted on May 15, 2013

Qualche settimana fa ha avuto luogo, nel cuore della Milano artistica – Brera -, l’evento Paint by Number, organizzato dalla comunità Pro di Mac cosmetics: una performance live di body painting tenuta dal talentuoso senior artist Michele Magnani e da altri artisti di Mac Pro.

Quest’occasione è stata pensata per avvicinare le persone comuni a un approcio meno comune al make up. Normalmente il make up viene considerato soltanto come un modo per avere un aspetto migliore, ma non ci si sofferma a pensare che in realtà esso può diventare ed essere considerato come una vera e propria forma d’arte.

Il body painting è forse il modo migliore per mostrare che il make up può essere arte a tutti gli effetti, esattamente come ogni altra forma d’arte pittorica, illustrativa o grafica.

Durante questo evento, tenutosi non a caso in una galleria d’arte, le persone hanno potuto sperimentare in modo diretto il body painting, grazie ad alcuni manichini approntati a ricevere pennellate colorate. Permettere di esprimere la propria creatività è il modo migliore per far capire cosa significhi arte e in cosa essa consista, fornendo loro la possibilità di sentire, toccare e sperimentare tutti i mezzi materiali che permettono di attuare ciò che si ha nella mente e nel cuore.

Parlando di aspetti tecnici, Michele Magnani ha spiegato come sia meglio utilizzare un primer prima del body painting, in modo da proteggere la pelle e prepararla a ricevere il colore. E’ essenziale utilizzare un prodotto a base siliconica, in modo da farlo aderire alla perfezione alla pelle per permettere i movimenti e resistere anche alle temperature più calde.

Una dimostrazione esemplare di come il body painting può essere considerato a tutti gli effetti non soltano una forma di body art ma una vera e propria arte visuale.

Autore: Francesca Merlo | Kenderasia